Il Palacio

orla1borla1b2

orla5B

Il Palacio e i suoi locali 

Il Palacio de San Benito dispone di locali incantevoli, che lo rendono un luogo unico e pieno di fascino.


La Corte Centrale

Le colonne, la fontana, i mosaici del XVI secolo, l’acqua e la vegetazione sullo sfondo, rendono la corte centrale un paradiso per la lettura o per godersi un buon aperitivo.

La Fontana

La fontana è costruita sul modello delle piscine degli antichi palazzi romani, conservando allo stesso tempo tracce del Rinascimento sivigliano del XVI secolo. La fontana fu costruita in onore della visita nel 1730 a Cazalla de la Sierra del re Filippo V di Spagna. Oltre alla bellezza delle sue forme e del contesto che la circonda, la fontana assolve la funzione di piscina del Palacio de San Benito. Situata in un ambiente unico, essa è stata progettata per permettere ai nostri visitatori di prendere il sole in un luogo ricco di storia e bellezza.


La Galleria

_MG_8092

Posta nell’ala ovest del palazzo, la galleria assolve la funzione di hall dell’albergo. Decorata con quadri d’epoca, arazzi di Bruxelles e Aubusson, grazie alla grande vetrata che si affaccia sulla corte centrale la galleria è uno dei luoghi più luminosi del palazzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


La Biblioteca

_MG_7660La biblioteca è il “soggiorno” dell’hotel. Con il suo splendido camino in marmo di Carrara in stile Secondo Impero ricorda l’atmosfera degli ambienti vittoriani del XIX secolo. I mobili d’epoca, gli specchi, le collezioni di oggetti d’arte, unitamente alle ultime innovazioni in campo tecnologico, convertono questo spazio in un luogo caldo e accogliente, ideale per godersi una lettura silenziosa o una piacevole conversazione.

 

 

 

 

 

 

 

 


Il Bar Cazalla

Il piccolo Bar Cazalla, con il soffitto decorato nel tipico stile Mudéjar, è un locale molto caratteristico. Le piastrelle di un bar della vicina città di Guadalcanal che riportano la scritta Bar Cazalla, danno il nome a questo spazio. Il bar dispone di una piccola terrazza accanto alla piscina della corte centrale.

La Terrazza del Bar Cazalla

Il bar dispone di una terrazza soleggiata accanto alla piscina. Da qui è possibile ammirare la piccola arena della corrida e la campagna di Cazalla, con i suoi frutteti e i suoi campi coltivati con aratri trainati da muli e con il sughero e le olive trasportati ancora oggi dagli asini. Si tratta di una testimonianza ancora viva del passato, che è possibile ammirare solo in qui in queste terre.

 

 

 


Il Porticato

Con le sue vetrate, il porticato costituisce l’ingresso del palazzo. Qui si possono ammirare i ritratti di famiglia, in particolare quello di Sua Eccellenza Don Manuel Maria de Morales y Molas, reggente di Siviglia. Questo spazio comunica con la galleria, la sala da pranzo, la loggia e la biblioteca.

 

 

La Loggia

Dal porticato si accede alla loggia, dove la prima colazione e la cena sono serviti sotto lo sguardo vigile di una lapide che commemora il completamento dei lavori nel 1576. Il locale è dominato da una lanterna con un rosone barocco in legno dorato, che risplende grazie alla luce che filtra dalle grandi vetrate con vista sulla fontana e sul cortile centrale.

 

 

 

 

 

 


Il Ristorante

La magnifica collezione di ceramiche spagnole si unisce ai grandi vasi inglesi del principio del XIX secolo. Le pitture decorative, gli splendidi camini e due tavoli in mogano di grandi proporzioni si accompagnano ai preziosi tessuti che rivestono le sedie. Tutto questo rende il ristorante un luogo ideale per pranzi privati, banchetti e conferenze. La prenotazione deve essere effettuata al numero +34 954 88 33 36 o all’indirizzo di posta elettronica elpalaciodesanbenito@gmail.com, con almeno due giorni di anticipo per poter verificare la disponibilità.

 

 

 

 

 


La Sala della Musica

Dal porticato si accede alla loggia, dove la prima colazione e la cena sono serviti sotto lo sguardo vigile di una lapide che commemora il completamento dei lavori nel 1576. Il locale è dominato da una lanterna con un rosone barocco in legno dorato, che risplende grazie alla luce che filtra dalle grandi vetrate con vista sulla fontana e sul cortile centrale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


La Capella del Palacio

La costruzione della cappella del palazzo si deve alla fede dei suoi proprietari. Una splendida immagine della Virgen del Carmen presiede al magnifico altare in stile rococò sivigliano. Accanto si trova il disegno originale del Cristo de Jódar opera di Sebastián Santos. In una teca è custodita la Virgen de la Paz e il Santísimo Cristo de la Mata (entrambi del XVI secolo), in ricordo della statua omonima conservata nella tenuta di famiglia nella città di Bormujos. Gli affreschi sono opera dell’artista sivigliano Amaro Sanchez de Moya.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

orla1b2xorla1bxorla3